Chi sono le guide? Il team degli esperti di sostenibilità

Le nostre guide sono esperte di sostenibilità e si chiamano Andrea, Matteo, Luna, Clara: il team è sempre più numeroso e qualificato. Il valore aggiunto delle Study Visit Friburgo sono loro, che non sono le “classiche” guide turistiche ma esperti di sostenibilità che credono nell’importanza di trasmettere i principi dello sviluppo sostenibile.

Andrea Burzacchini, modenese, vive a Friburgo da quasi 20 anni, nei andrea_burzacchiniquali ha sempre lavorato nell’ambito della sostenibilità. Prima di fondare aiforia, di cui è direttore dal 2009, Andrea ha lavorato per oltre dieci anni presso il Segretariato Europeo del network ICLEI, come project coordinator. Da giugno scorso 2017  è stato nominato amministratore unico dell’Agenzia per la Mobilità di Modena. Quando non lavora o non si occupa della sua famiglia, Andrea corre nel bosco e lungo il fiume, legge bei libri, gioca a scacchi con i bambini di una scuola elementare, fa attività con i rifugiati e va a vedere le partite di Bundesliga del SC Freiburg nel primo stadio solare del mondo.

 

 

 

Matteo Jarre è un giovane ingegnere energetico, da sempre appassionato di politica, con all’attivo già tante esperienze: il lavoro in un’impresa di costruzioni, il dottorato in Energetica, l’insegnamento a studenti universitari e professionisti per costruire edifici a basso consumo energetico. Si è trasferito a Friburgo per conseguire una seconda laurea in Politiche Ambientali, ed è abbastanza sicuro che rimarrà per qualche anno ancora a godersi la città e a girare in bici per le sue collline. Prima di unirsi ad Aiforia ha lavorato al Politecnico di Torino e ha svolto consulenze come analista di sistemi energetici ed ambientali in Italia e all’estero. È esperto di edilizia sostenibile, risorse rinnovabili e politiche per la mobilità sostenibile. Dal 2018 è il coordinatore dell’attività Study Visit Friburgo.

Mi sono trasferito a Freiburg pensando “vado a vedere com’è”; dopo aver visto (e non è affatto male) penso di aver finalmente capito come si fa a cambiare il mondo: un pezzetto alla volta, partendo dalle persone. Quando porto in giro ragazze e ragazzi dallItalia, cerco di far vedere loro che un altro mondo è possibile, e che però bisogna volerlo costruire. Cerco di far capire che è necessario impegnarsi personalmente perché le cose accadano, e che non ci si deve aspettare alcuna risposta se non la propria.

 

Clara Rigoni è laureata in Giurisprudenza all’Università di Bologna, ha master in diritti umani, un dottorato conseguito presso il Max Planck Institut für auslaendisches und internationales Strafrecht e insegna all’Università di Friburgo ed è specializzata in diritto penale e criminologia. Da tre anni ricopre il ruolo di rappresentante dei dottorandi presso il Max Planck Institut ed è attiva in ambito politico ed associativo. Si interessa in particolare alla politica locale da una prospettiva Europea. Ha inoltre più volte sostenuto e collaborato a progetti di integrazione sociale. Ha trascorso numerosi periodi di studio e ricerca all’estero e parla inglese, francese, tedesco e spagnolo. Da sempre appassionata al tema dello sviluppo sostenibile e della tutela ambientale (anche dal punto di vista giuridico), dal 2017 collabora con Aiforia come guida nel progetto StudyVisit Friburgo.

Luna Meneghini è di Aosta e ha vissuto in Francia e in Portogallo durante il liceo e l’università. Ha studiato Medicina e si è specializzata come medico di famiglia, lavorando in Valle d’Aosta e impegnandosi anche nella cura e nell’accoglienza di rifugiati politici a Torino. Si è interessata alle tematiche legate alla sostenibilità da quando ha contribuito a fondare il Circolo per la Decrescita Felice di Torino e il Comitato Rifiuti Zero in Valle d’Aosta, con cui ha svolto per anni un’intensa attività politica e associativa. Nel 2016 fa parte della lista civica Ambiente Torino per le elezioni comunali di Torino. Vive a Friburgo dal 2018, che reputa un esempio di città a misura di persona:

Una città aperta, dinamica e universitaria in cui è facilissimo stringere legami nuovi e sentirsi parte di un progetto di futuro. La possibilità di muoversi in bicicletta ovunque, il vuoto a rendere dei materiali, l’architettura sostenibile e la protezione dell’ambiente sono solo una parte di ciò che rende Friburgo un esempio positivo per il mondo e per l’Italia. Dopo aver vissuto qui non posso fare a meno di pensare “ma allora si può fare davvero”, ed è questo che cerco di far vedere a chi viene in visita per qualche giorno. Mi piace moltissimo rivivere ogni volta attraverso gli occhi dei visitatori quel sentimento di sorpresa e speranza davanti a un sogno che diventa realtà.

 

Se sei interessato a realizzare con i tuoi studenti una Study Visit Friburgo compila senza impegno una richiesta di preventivo.